Progetti

SIAV - Sistema Informativo Archeologico Vesuviano

 

Il progetto, commissionato dalla Soprintendenza Archeologica di Pompei, ha recuperato la Banca Dati prodotta alla fine degli anni 80 dal Progetto Neapolis trasferendo le applicazioni e i dati su piattaforma Personal Computer. In tal modo sono stati recuperati: 12.700 schede di catalogazione di pitture e pavimenti di Pompei; 9.000 immagini; Cartografia 1:1000 dell’area degli scavi di Pompei; Cartografia 1:25.000 del territorio vesuviano; 250 schede delle principali aree archeologiche dell’area vesuviana; 70.000 schede dei “Diari degli Scavi”; 70.000 immagini delle pagine dei “Diari degli Scavi”. Tutte queste informazioni, in formato elettronico, sono state fatte confluire in una nuova Banca Dati sulla quale è stata realizzata un’applicazione utente (basata sulla tecnologia Web) che permette agli utenti di “navigare” tra le diverse tipologie di informazioni (alfanumeriche, cartografiche, immagini, documenti), proponendo il primo e più esaustivo modello integrato di valorizzazione e fruizione di tutta l’area archeologica di Pompei attraverso l’uso delle tecnologie dell’informazione.